Archivi tag: Ro

La Signora di Ro

Dal libro «Sentire la Grecia. In viaggio fra musiche e tradizioni», p. 225-226

[…] Se Kastelòrizo poteva sembrare piccola e lontana, cosa dire allora della sua minuscola vicina, Ro? Quest’isoletta si trova a tre miglia nautiche da Kastelòrizo e altrettante dalla costa turca, ed è poco più che uno scoglio: la sua importanza è tuttavia enorme dal punto di vista storico e identitario per tutti i greci. Nonostante che non abbia nulla a che fare con la musica non possiamo, giunti fin qui, fare a meno di raccontare la storia della «Signora di Ro».

Dhèspina Achladhiòti (1890-1983) si stabilì a Ro nel 1927 insieme al marito Kòstas. L’isoletta non era allora del tutto disabitata: c’era un minuscolo porto, con accanto una chiesetta dedicata a san Giorgio, e poche famiglie che traevano sostentamento dall’allevamento e dalla pesca, ma nel giro di qualche anno i due rimasero soli. Nel 1940, nel bel mezzo della Seconda guerra mondiale, Kòstas si ammalò gravemente e Dhèspina accese fuochi nella speranza di attirare l’attenzione di qualche nave di passaggio che, però, non arrivò in tempo: il marito morì sulla barca di un pescatore lungo il tragitto per Kastelòrizo.

Dhèspina ritornò sull’isola nel 1943 insieme alla madre cieca, e vi rimase anche quando tutti scappavano durante i bombardamenti tedeschi di Kastelòrizo. Fu allora che prese l’abitudine ogni giorno, al sorgere del sole, di issare una grande bandiera greca proprio lì, su quello scoglio a pochi colpi di remi dalle coste turche. Al tramonto ammainava la bandiera e così via il giorno dopo, e divenne presto famosa col soprannome di «Signora di Ro». Nel 1974 un giornalista turco e altri due connazionali, approfittando vigliaccamente della sua assenza per motivi di salute, fecero irruzione sull’isola per innalzare una bandiera turca che, al ritorno di Dhèspina, fu immediatamente sostituita. Il 23 novembre dell’anno seguente il Ministero della Difesa greco volle premiare il suo patriottismo e la sua eroicità con una medaglia.

La Signora di Ro si spense il 13 maggio del 1983 nell’ospedale di Rodi, all’età di novantadue anni, e quella bandiera che tanto amava smise di sventolare. La cerimonia funebre si svolse alla presenza delle autorità e poi, rispettando le sue volontà, fu trasportata e sepolta nella sua isoletta, accanto al luogo dove ogni giorno issava la sua bandiera e non lontano dalle due casette dove viveva e che sono ancora visibili. […]

© Carmelo Siciliano 2019