Blog

Comprare un bouzouki greco

Ricevo spesso richieste di informazioni sull’acquisto di un bouzouki o di altri strumenti greci. Dal momento che le domande sono quasi sempre le stesse, ho pensato che potesse essere utile un riepilogo di alcuni punti da tenere in considerazione prima di comprare uno strumento alla cieca.

Il bouzouki greco non è uno strumento particolarmente adatto a una funzione di accompagnamento, e la sua funzione originaria, da sempre, è quella di strumento solista; se desiderate acquistare un bouzouki greco solo per eseguire accordi, vi consiglio piuttosto di rivolgere le vostre attenzioni verso un bouzouki irlandese.

Un vero bouzouki greco deve soddisfare alcuni requisiti fondamentali, che sono la morbidezza e la facilità di esecuzione, e per questo motivo ritengo che il manico sia l’elemento più importante e delicato di questo strumento, ancora più del suono e, ovviamente, dell’estetica: suonare un bouzouki greco «scomodo» vi renderà la vita impossibile e vi farà passare presto la voglia di suonarlo.

La corretta altezza delle corde del bouzouki greco al dodicesimo tasto non dovrebbe mai superare i 2 mm: diffidate dei liutai che, citandovi astruse formule teoriche, vi diranno che l’altezza corretta è superiore. Naturalmente, per rendere possibile una altezza simile, le condizioni indispensabili sono che il manico sia perfettamente dritto e che i tasti siano molto bassi. Anche in questo caso, diffidate di chi afferma che i tasti debbano essere alti: pensate che quasi tutti gli altri cordofoni greci non hanno tasti di metallo, ma di nylon.

In breve, un compromesso fra spesa e qualità dovrebbe prevedere l’acquisto di uno strumento che abbia un manico sottile e una tastiera in ebano o, almeno, in palissandro; e soprattutto un sistema di regolazione della curvatura del manico (truss rod), simile a quello delle chitarre acustiche e degli altri strumenti simili. Il motivo è presto spiegato: il manico del bouzouki greco è molto lungo e sottile, e questo lo rende estremamente suscettibile alle variazioni di temperatura, umidità e anche della scalatura delle corde: a volte basta cambiarla anche solo di poco per dovere regolare tutto da capo. Un manico non adeguato inizierà presto a «imbarcarsi» e renderà lo strumento pressoché inutilizzabile.

La spesa per un bouzouki di buona qualità (e vi prego di comprare bouzoukia che siano greci davvero, e non imitazioni italiane che non hanno nulla a che vedere col suono di questi strumenti), quindi con manico comodo ma robusto, tastiera in ebano, artigianale, si aggira intorno agli 800 euro, qualcosa più, qualcosa meno; ovviamente al prezzo non c’è limite, e la costruzione con legni particolari e soprattutto le preziose decorazioni in madreperla, caratteristiche di questo strumento, fanno salire il suo prezzo anche fino ai 2000 o ai 3000 euro.

Se aveste bisogno di ulteriori informazioni sull’acquisto, la reperibilità e la disponibilità di bouzoukia e anche di altri strumenti greci potete contattarmi, sarò lieto di rispondere alle vostre domande e di chiarire eventuali dubbi.

 

© Carmelo Siciliano 2021.