Siciliano di nome e… di fatto, mi sono ammalato del proverbiale “mal di Grecia” nel 1993, appena dodicenne; da allora l’amore per la musica si è fuso insieme a quello per la Grecia, diventando così amore per la musica greca. Dopo aver completato gli studi in conservatorio nel 2003, con la laurea in chitarra classica col massimo dei voti e la lode, mi sono dedicato esclusivamente allo studio delle musiche, delle culture e degli strumenti del Mediterraneo orientale. Grazie a lunghi periodi di permanenza in Grecia ho approfondito la conoscenza del sistema modale della musica greca tradizionale, rembètika e bizantina, dei repertori e soprattutto degli strumenti musicali dell’area egea, quali buzuki, ud, laùto, kanonaki, dzuràs, tamburàs, laùto polìtiko (lavta), mandolino, lire e percussioni. Fondamentale è stato il contatto con rinomati musicisti e insegnanti greci, fra cui Dhimitris Mandzuris, Christos Tsiamulis, Periklìs Papapetròpulos, Christos Zotos, Kiriàkos Guvendas, Nikos Ikonomidhis, Kàrolos Kuklakis, Ghiòrghos Pappàs, Nektàrios Ghalanis, Martha Mavroidhì, Sokratis Sinòpulos, Evghènios Vùlgharis, Thanasis Polikandhriòtis, Nikos Tatasòpulos, nonché la frequenza di corsi e seminari intensivi presso il Labyrinth Musical Workshop di Creta, il KEPEM – Centro di Studio e Ricerca sulla Musica Popolare “Simon Karàs” di Atene e il Museo degli strumenti popolari greci “Fivos Anogianakis” di Atene.

Ho suonato, come componente di svariate formazioni musicali, in tutta Italia e in diversi paesi: Regno Unito, Grecia, Austria, Tunisia, Portogallo, Spagna, Norvegia, Danimarca, Germania, Ungheria, Capo Verde, Lettonia, Turchia. Le mie attuali formazioni musicali sono il gruppo greco Medi Terra (repertorio greco delle isole e dell’Asia Minore), il duo con la violinista Violette Boulanger (musica delle Cicladi e del Dodecaneso), il gruppo Kafè Amàn (musica greca tradizionale e rembètika), il duo LauTarèa insieme a Sergio Pugnalin (liuti di varia provenienza), e la Sicily Folk Orchestra.

Attualmente svolgo un’intensa attività di divulgazione della cultura e della musica greca attraverso corsi e seminari intensivi in Italia e all’estero e incontri culturali, conferenze e serate greche organizzate da Università, associazioni culturali e comunità elleniche. Nel 2010 ho avuto l’onore di essere premiato, in occasione di una conferenza musicale tenuta nella città di Siviglia, in Spagna, con la “Insignia de oro musical” dal “Curso de temas sevillanos”, istituzione riconosciuta dalla UNESCO, per il “permanente lavoro di studio, ricerca e diffusione della musica greca”.

Ho pubblicato due libri dedicati alla musica greca: Dromi. Modi e scale del rebetiko pireotiko (2013) e Sentire la Grecia. In viaggio fra musiche e tradizioni (2019).