Dromi. Percorsi musicali nella Grecia fra Oriente e Occidente

Percorrere la Grecia in lungo e in largo servendosi di musica e danza come fili conduttori di questo viaggio virtuale: una presentazione multimediale con immagini, video, documenti e racconti su tutte le regioni della Grecia attuale e storica, dalle isole del Mar Ionio alle coste dell’Asia Minore, dalla Macedonia a Creta, per conoscere usi, costumi, danze, strumenti musicali e tradizioni.

Danze greche e cultura tradizionale (laboratorio)

La danza è uno degli aspetti fondamentali della cultura greca, e la sua contestualizzazione nel tempo e nello spazio ne costituisce una chiave di lettura privilegiata: per questo il laboratorio si propone non solo di imparare le danze greche più diffuse, ma soprattutto di conoscerne i contesti musicali, storici e sociali attraverso i testi delle canzoni, gli abiti tradizionali e gli strumenti in uso in ogni repertorio.

Lezioni di musiche e strumenti mediterranei

Lezioni individuali, anche su Skype, teoriche e pratiche sulle musiche, gli strumenti e i repertori della Grecia e del Mediterraneo.

Le lezioni teoriche prevedono lo studio delle teorie modali del Mediterraneo e particolarmente dell’area Egea.

Le lezioni pratiche si riferiscono ai seguenti strumenti: bouzouki greco, oud, mandolino, chitarra, chitarra fretless, tzouras, baglamas, laouto, laouto politiko (lavta).

Un mandolino in Grecia (seminario intensivo)

Dalle isole del Mar Ionio a Creta, dal Mar Egeo fino alle coste dell’Asia Minore, il mandolino è ampiamente utilizzato in Grecia in una molteplicità di stili, di repertori e, spesso, anche modificato organologicamente in base alle esigenze.

Il seminario, il primo del genere in Italia, affronta e confronta fra loro i fondamenti teorici (scale e modi) e tecnici (ornamentazione melodica, diteggiatura funzionale) dei diversi repertori tradizionali della Grecia applicati al mandolino attraverso brani provenienti in particolare dalle isole del Mar Ionio, del Mar Egeo, della Macedonia, della Tracia e delle coste dell’Asia Minore.

Si può partecipare con un normale mandolino o anche con un altro strumento a plettro (mandola, bouzouki, etc.).

Seminari di musica greca tradizionale e rebetika

 

Attivi in varie città italiane, hanno carattere sia teorico che pratico e si svolgono, solitamente, nell’arco di un fine settimana in modalità intensiva (8-10 ore di frequenza). Durante i seminari viene distribuito ai corsisti vario materiale relativo agli argomenti trattati (spartiti, appunti sulla teoria musicale, esercizi di tecnica, ascolti, indicazioni bibliografiche e discografiche).

Il programma della parte teorica prevede lo studio delle scale e dei modi della musica greca (i “dromi”), una rassegna dei principali ritmi del repertorio rebetiko e tradizionale, e l’ascolto e analisi di brani e improvvisazioni. La parte pratica affronta in particolare la prassi esecutiva relativa ai vari repertori (abbellimenti e ornamentazioni melodiche tipiche di ogni strumento). Il repertorio riguarda brani dei più famosi autori del rebetiko pireotiko (Vamvakaris, Delias, Batis, Papaioannou) e tradizionali provenienti da diverse regioni della Grecia (Eptaneso, isole egee, Creta, Macedonia, Tracia).